Come trasmettere in streaming 'OJ: Made in America' ​​online

OJ: orologio Made in America

Getty O.J. Simpson

Prodotto e diretto da Ezra Edelman, O.J.: Made in America è la prima puntata in cinque parti del 30 per 30 serie.

Come guardare 'OJ: Made in America' ​​online

Tutti i film della libreria completa 30 per 30, incluso GU: Made in America , può essere guardato con un abbonamento a ESPN+.

Costa $ 4,99 al mese , o se vuoi anche Hulu e Disney+, puoi ottenerli tutti e tre per $ 12,99 al mese , che si traduce in un risparmio del 25%:

guarda sposato a prima vista australia

Ottieni il pacchetto ESPN+/Disney+/Hulu

Una volta registrato a ESPN+, puoi guardare GU: Made in America sul tuo computer tramite il sito Web ESPN, oppure puoi guardare sul tuo telefono (iOS o Android), tavoletta , Roku, Fire TV Stick, Apple TV , Xbox One o altro dispositivo di streaming compatibile tramite l'app ESPN.


Anteprima 'OJ: Made in America' ​​30 per 30

La serie di documentari in cinque parti è stato distribuito nelle sale come film e ha vinto l'Academy Award per il miglior film documentario nel 2016. L'Academy ha successivamente vietato l'ammissibilità a tutte le serie in più parti e/o limitate, quindi questo film rimane una parte unica e distinta del 30 per 30 Catalogare.

come giocare a racquetball per principianti

Il film offre uno sguardo risoluto e critico sulla vita e sui tempi di O.J. Simpson, e ci vuole una cura incredibile per catturare ciò che la città di Los Angeles - e per estensione, il resto degli Stati Uniti - stava attraversando prima, durante e dopo gli omicidi del 1994 di Nicole Brown Simpson e Ronald Goldman.

Vengono discussi anche il matrimonio di Simpson con la sua prima moglie Marguerite e la morte della loro giovane figlia Aaren, che è annegata tragicamente all'età di due anni. Ciascuno dei cinque segmenti aggiunge un altro livello alla storia e ogni segmento si basa sul successivo. Edelman è attento a dedicare molto tempo alla relazione travagliata e alla storia tra O.J. e Nicole Brown Simpson, con interviste di amici, agenti di polizia e membri dei media che forniscono dettagli inquietanti sugli abusi subiti da Nicole. Le chiamate al 911 provenienti da una terrorizzata Nicole anni prima del suo omicidio sono particolarmente inquietanti.


Il film copre O.J. Tutta la vita di Simpson

Le prime parti del film passano il tempo a conoscere un giovane Orenthal James Simpson come una giovane stella del calcio che emerge da un'infanzia travagliata a San Francisco. Vediamo anche filmati di Simpson a cinque anni dalla sua incarcerazione per furto con scasso. È stato riconosciuto colpevole e condannato nel 2008, e infine rilasciato nel 2017, un anno dopo O.J.: Made in America è stato rilasciato.

Il film passa molto tempo ad esaminare le cose che hanno reso Simpson una figura così popolare per così tanto tempo. Simpson ha continuato ad essere molto popolare dopo il suo ritiro dal calcio. È diventato famoso come attore, recitando ancora in film come L'Inferno Torreggiante durante i suoi giorni nella NFL mentre appariva in ancora più ruoli dopo il ritiro. Un ruolo ricorrente in La pistola nuda era la sua serie più popolare, ma era anche noto.

La prima parte di questa serie in cinque parti termina con Simpson che incontra una diciottenne Nicole Brown, che all'epoca faceva la cameriera in una discoteca. I rapporti secondo cui Simpson è stato fisicamente offensivo nei confronti di Brown sono iniziati quasi immediatamente, e il documentario guarda senza battere ciglio alla storia inquietante di Simpson di abusi domestici in relazione a Nicole. Un incidente particolarmente violento che si è verificato tra O.J. e Nicole nel 1989 è discusso in modo molto dettagliato, così come i rapporti della polizia presentati da Nicole in cui teme che suo marito l'avrebbe uccisa.

Vengono discusse anche le voci che O.J. era spinto alla rabbia gelosa perché pensava che il suo amico e star running back Marcus Allen avesse una relazione con Nicole.

L'omicidio di Nicole Brown Simpson e Ron Goldman viene esaminato e rivisitato a fondo, e vengono mostrate e discusse immagini mai viste prima (e altamente grafiche) della scena del crimine. Anche il processo stesso è presente, ovviamente, ma passa quasi in secondo piano rispetto ad altri elementi presentati nel film.


L'esame di razza

Il cambiamento della dinamica razziale a Los Angeles è discusso in dettaglio, in gran parte a causa di quanto fosse importante la città per Simpson e il suo sviluppo. Ha frequentato l'USC, che era estremamente vicino a Watts, e il film nota come molti altri atleti durante il periodo di massimo splendore di OJ - Jim Brown, Bill Russell e Muhammad Ali, tra gli altri, parlassero apertamente dell'ingiustizia razziale, ma Simpson non si unirono a loro. O.J.: Made in America analizza i pensieri di Simpson sulla razza in modo meticoloso. Mentre si verificavano disordini e ingiustizie nel centro di Los Angeles, proprio accanto, Simpson rimase a casa nella sua tenuta di Brentwood.

I vecchi filmati utilizzati nel film mostrano come Simpson ha parlato di essere un atleta nero. Direi che c'è meno pregiudizio nello sport rispetto a qualsiasi altro campo, ha detto Simpson negli anni '70. Sei accettato per quello che sei, sai, un atleta e quello che puoi fare e penso che questo vada bene per chiunque.

servizio legale nel tennis da tavolo

Il film suggerisce che Simpson non si è mai veramente visto come sembravano gli altri uomini di colore. Era così privilegiato, era così accettato, era così abbracciato, che era immune dalla realtà che poteva trovare nello specchio ogni mattina che era un uomo di colore.

Viene discusso anche il fatto che il processo per omicidio di Simpson per gli omicidi di Ron Goldman e Nicole Brown Simpson si sia svolto a Los Angeles poco dopo il verdetto di Rodney King.

Il film sottolinea anche l'ironia che anche la University of Southern California, l'alma mater di Simpson, fosse nelle vicinanze. L'istituzione che ha dato vita a O.J. L'immagine e la presenza di Simpson, a livello nazionale e non solo, si trovavano proprio nel mezzo di quello stesso quartiere.

Sport Illustrati disse il film è: Il migliore 30 per 30 documentario [ESPN] abbia mai prodotto. È un film emozionante e senza compromessi... e ti farà guardare il caso di omicidio più famoso nella storia degli Stati Uniti con occhi nuovi e sotto un prisma più grande.


Questioni Popolari

Dominic Thiem ha utilizzato racchette di marchi importanti come Wilson, Head e Babolat nella sua carriera. L'attuale racchetta scelta da Thiem è la Babolat Pure Strike 18X20 di terza generazione.

A Roger Federer manca solo una vittoria per portare a casa il decimo titolo a Basilea! .

I tuoi lacci aiutano a mantenere le scarpe in posizione, ma possono davvero ostacolare il tuo stile nel processo. Non preoccuparti: ci sono molti modi facili e rilassati in cui puoi infilarti le scarpe senza che i lacci siano al centro della scena. Alcuni degli articoli su ...

Bob e Mike Bryan hanno vinto il loro centesimo titolo ATP di doppio dopo aver battuto Marcel Granollers e Marc Lopez 6-3, 6-4 nella finale del doppio maschile.

Può essere facile non prestare tanta attenzione alle tue braccia quanto ad altre parti del corpo, ma questo non significa che le braccia non siano una parte importante del corpo su cui lavorare. Quindi, se vuoi imparare a tonificare le braccia senza dover mettere piede in palestra, questo ...

Il ping pong, o ping pong, è un gioco divertente da giocare con i tuoi amici o in modo competitivo. Sfortunatamente, tra l'olio naturale sulle tue mani e la palla sporca, la tua pagaia può sporcarsi parecchio. Se la gomma della pagaia non è pulita, è ...