Kimiko Date-Krumm: il faro giapponese di resistenza

La signora di ferro giapponese, Kimiko Date, alla conferenza stampa del suo ritiro.



L'Ariake Tennis Forest Park a Tokyo era tutto illuminato dal sorriso increspato di Kimiko Date-Krumm tanto quanto ieri mi ha scaldato il cuore. La giapponese, ex numero 4 del mondo, ha cantato il canto del cigno della sua brillante carriera di tennista professionista al Japan Women's Open.

Non tutti i finali devono essere impeccabili o finire su una canzone. Abbiamo visto l'essere umano vivente più veloce sulla terra, Usain Bolt che si è ritirato il mese scorso soccombendo anche al dolore e alla fortuna.



Può essere naturale per gli atleti non vincerlo sempre. Ciò che conta è che hanno conquistato cuori e inciso i loro nomi sui pilastri del tempo. La giapponese ha perso la sua ultimissima partita ma poi è già una vincente per i suoi numerosi tifosi. Essendo una meraviglia senza età durante il tour, sì, ha 46 anni e questo, di per sé, era una corona gloriosa da indossare.

tipi di servizi del tennis

Dopo aver annunciato formalmente il suo ritiro pochi giorni fa, Date ha voluto dare il meglio di sé al Japan Open.

L'unico motivo per cui Kimiko ha scelto di giocare il torneo a Tokyo è stato perché voleva fare l'inchino finale davanti ai suoi tifosi di casa, che erano così ansiosi di dare all'atleta un addio degno. È stato il motivo per cui ha supplicato per una voce jolly che le è stata così gentilmente concessa. La perdita di Aleksandra Krunic in quel momento contava a malapena.



La sua carriera che dura da quasi 17 anni, compresi quei 12 anni in cui era via, ci ha regalato centinaia di storie che possono essere prese dai libri di ispirazione. Le linee delicate sul suo viso visibili mentre continuava a sorridere anche con un soffocamento nel suo cuore sono un bell'esempio di un vero campione. Dopotutto un addio non è mai facile per un atleta il cui unico mondo ruota attorno allo sport. Sfidando le probabilità e l'età, Kimiko ha finalmente fatto l'ultima cosa a cui non era mai abituata: smettere.

'C'è una parte di me che dice che non dovrei andare avanti, e un'altra parte di me che dice che potrei avere ancora una possibilità. Ma ho sempre dato il 100% come dovrebbe fare qualsiasi atleta, e non ho rimpianti', ha detto Kimiko.

racchetta da tennis on-line

Kimiko Date ha raggiunto le semifinali di tutti gli Slam tranne gli US Open



Mentre la maggior parte dei tennisti è fortunata ad avere una carriera fantastica. Date-Krumm, che si è ritirato mentre era ancora nella Top 10 e si è preso una pausa di 12 anni, è stato benedetto con due.

Nell'era degli anni '90, quando Hideo Nomo nel baseball e Ayako Okamoto erano gli unici giapponesi a competere nei circuiti internazionali, Kimiko Date era un grande orgoglio del Giappone che scalava le vette atletiche nel mondo del tennis femminile.

gioco di tennis wii

A 46 anni, in cui i comuni mortali come me si svegliano con dolori alle ginocchia e spalle rigide, campioni come questi continuano a dare il meglio di sé nel mondo dello sport. È per questo che li mettiamo su un altare e li idolatramo in silenzio guardando in alto.

Combattendo con un dolore ricorrente alle spalle e al ginocchio, Kimiko non ha mai prestato attenzione ai medici che continuavano a supplicarla di fare un passo indietro. La sua decisione di tornare in campo per competere contro giocatori abbastanza giovani da essere sue figlie dopo essersi ritirata una volta nel 1996 testimonia il fatto che 'arrendersi' non è mai stata la sua passione. In quale altro modo si può spiegare un ritorno dopo quasi 12 anni, potrebbe raccogliere frutti che potrebbero essere gustati per sempre?

Kimiko si stava godendo la vita e il matrimonio dopo il suo primo ritiro. Ma ha confessato di amare lo sport, le sfide l'hanno sempre ispirata. Era suo marito, il pilota automobilistico tedesco Michael Krumm, che continuava a dirle di provare a giocare ancora una volta. Sette anni dopo aver ascoltato i suoi consigli, Kimiko Date-Krumm è stata una costante fonte di ispirazione per i suoi coetanei, i suoi fan e il mondo dello sport in generale.

Date-Krumm è tornata sul circuito WTA nel 2008 L'anno 2008 è stato quello che Kimiko chiama la sua 'Seconda carriera' quando è tornata.

Nel 2009, è diventata la seconda giocatrice più anziana dell'era moderna a vincere un titolo di singolare WTA quando ha conquistato l'Hansol Korea Open a Seoul. L'ultimo titolo in singolare di Kimiko è stato nel 2012 quando ha vinto tre tornei, tutti nel circuito ITF di livello inferiore. Nel 2013, ha vinto tre titoli di doppio al WTA Tour.

Kimiko ha vinto otto titoli di singolare WTA e ha raggiunto le semifinali di singolare in tre dei quattro tornei del Grande Slam: l'Australian Open, l'Open di Francia e Wimbledon. Il suo miglior piazzamento agli US Open è stato negli ultimi otto. Ha raggiunto il suo punteggio più alto di 4 alla fine del 1995, dietro Steffi Graf, Monica Seles e Arantxa Sanchez Vicario.

Come ogni atleta ha quella partita speciale che rimane nei loro ricordi per sempre, anche Kimiko ne ha una simile. Date ha detto che la sua partita di Fed Cup fuori tour contro la numero 1 al mondo Steffi Graf all'Ariake Coliseum nel 1996 si distingue come una delle più memorabili per lei. Anche le apparizioni alle Olimpiadi del 1992 e del 1996 sono state gioielli nella corona di una carriera folgorante.

Quando ha iniziato il secondo inning della sua carriera, Kimiko ha sempre detto che aveva uno sguardo nuovo verso il gioco. L'aver superato l'età le aveva fatto liberare tutte le inibizioni che prima nella vita sarebbero aumentate sotto forma di pressioni. Si trattava solo di godersi lo sport per i giapponesi. Poteva giocare senza paura e produrre magie con la racchetta e le palline. Non sentiva più il bisogno di buoni risultati per divorare un senso di realizzazione. Ha accreditato questo suo atteggiamento per nove anni e mezzo nel mondo del tennis.

fascia di pressione per gomito del tennista

Ora che esce dai regni del tennis, Kimiko ha detto: 'Non credo che ci sia stato un atleta benedetto come me. Avere due possibilità nella mia carriera: la prima quando ho gareggiato contro giocatori di alto livello, e la seconda quando sono arrivato tra i primi 50 giocando tra i 30 ei 40 anni. Era qualcosa che non avrei mai pensato fosse possibile.'

Lo sport parla di storie di tali combattenti, di spiriti implacabili di atleti che accendono un fuoco che va nella creazione dei campioni. Quest'anno è stata una stagione vistosamente che ci ha dato esempi di questi grandi sportivi che ostentano la capacità di far tornare indietro le lancette dell'orologio di fronte agli infortuni e alle cicatrici inflitte dal passare del tempo.

Auguriamo a Kimiko una vita molto sana e felice davanti a noi. Lei rappresenta un faro per ognuno di noi.

Questioni Popolari

Elena Rybakina e Shelby Rogers si incontrano in una partita di secondo turno di successo agli US Open 2020. Rybakina e Rogers non si sono mai affrontati prima.

Ecco come puoi guardare l'episodio 11 della terza stagione di '90 Day Fiancé: Before the 90 Days', intitolato 'Hard to Say I'm Sorry', online senza cavo.

Andre Sa, Head of Player Liaison per Tennis Australia, ha recentemente parlato delle ragioni alla base della decisione di Roger Federer di ritirarsi dagli Australian Open 2021.

Impara tutto ciò che devi sapere su quanto spesso o quando reinserire la racchetta per ottenere prestazioni, comfort e sensazione ottimali.

Verdasco sembrava minaccioso durante la partita, ma alla fine è svanito.

Ecco come guardare online gratuitamente un live streaming dei Preakness Stakes 2019.